fbpx
Condividi su

MONDO CONVENIENZA, NESSUNA DEROGA AL CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO PER LA FILIERA APPALTI LOGISTICA TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE: L’INCREMENTO ECONOMICO SARA’ DI 100 EURO MENSILI.

Una filiera qualificata per oltre 5 mila lavoratori con avvio al sistema degli RLS, legalità, trasparenza, salute e sicurezza, equilibrio tempi di vita e tempi di lavoro, formazione e trattamenti economici e inquadramenti adeguati.

Roma, 17 gennaio 2023 – Le Segreterie Nazionali di Filt CGIL, Fit CISL, UIL Trasporti e l’Associazione datoriale ANSI hanno siglato nella giornata di oggi l’ipotesi di accordo per l’applicazione del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione negli appalti di Mondo Convenienza in cui operano le aziende associate.

Dopo un percorso con alcuni momenti di difficoltà è stata condivisa l’applicazione del CCNL di settore nella filiera degli appalti di Mondo Convenienza fornendo risposte concrete e innalzando le garanzie di diritto ed i trattamenti per le oltre 5mila lavoratrici e lavoratori coinvolti.

L’ipotesi verrà illustrata e sottoposta alle assemblee del personale interessato con l’obiettivo di sciogliere la riserva entro il mese di febbraio 2024 e rendere operativi i contenuti dell’accordo dal successivo mese di marzo.

Nessuna deroga al CCNL ma migliorie rispetto alla messa a regime della maturazione dei rol (art.4 bis) e il riconoscimento retributivo dei driver (art.11 ter). L’incremento economico collettivo sarà almeno di 100 euro mensili.

I PUNTI QUALIFICANTI DELL’INTESA

– Viene condiviso un sistema di relazioni sindacali, articolato sia nazionalmente che territorialmente, secondo le specifiche tematiche.

  • Si definisce un quadro di regole per la qualificazione della filiera, innalzando standard di affidabilità, legalità, trasparenza, salute e sicurezza, formazione e perseguendo il necessario equilibrio vita-lavoro.
  • Si condividono clausole e motivazioni per la rescissione degli appalti con la committenza come in caso di mancanze relative alle normative sulla sicurezza o mancati versamenti contributivi.
  • Vista la platea di lavoratori con provenienze diverse, vengono individuati percorsi per favorire l’integrazione e vengono condivisi strumenti per agevolare l’informazione e la comunicazione, anche attraverso il supporto di mediatori culturali. Sono inoltre previsti servizi gratuiti orientati all’inclusione ed all’inserimento.
  • In tema di salute e sicurezza viene dato avvio al sistema RLS, per singolo impianto, incrementando le agibilità ad esso dedicate.
  • E’ prevista l’erogazione sia di formazione alla professione che di successiva formazione continua per garantire la professionalizzazione del personale.
  • Per agevolare l’equilibrio vita-lavoro vengono introdotte misure specifiche ed attivato un tavolo di monitoraggio per la verifica di corretti ritmi di lavoro e viene prevista la facoltà delle ferie solidali.
  • Trattamenti economici ed inquadramenti: autista – capo equipaggio = livello G1, con la retribuzione al 90% del tabellare per i primi 24 mesi (anziché 36), poi al 100%. A questo si aggiunge un superminimo non assorbibile, per 14 mensilità (in sostituzione dei superminimi assorbibili precedenti) di 175 euro mese per 14 mensilità per gli autisti ex classe S e di 75 euro, per 14 mensilità, per gli autisti ex classe A. Viene inoltre riconosciuta una indennità professionale aggiuntiva di 20 euro per 14 mesi. L’indennità di trasferta sarà pari a 21 euro per giornata lavorata. L’orario di lavoro, ai sensi dell’art.11 quinquies, sarà di 44 ore settimanali complessive. Facchino a bordo = se proveniente dal I livello CCNL multiservizi per i primi 12 mesi sarà collocato al livello 6J poi passerà al livello 6 e, dopo altri 12 mesi, al livello 5. Se proveniente dal II livello CCNL multiservizi, per i primi 12 mesi un superminimo mensile assorbibile pari a 68 euro (per garantire l’incremento tabellare minimo di almeno 100 euro). L’indennità giornaliera di trasferta sarà pari a 11 euro e l’orario di lavoro di 39 ore settimanali (le 10 ore medie settimanali trascorse a bordo in attesa saranno computate al 50%, come previsto dall’art. 11 commi 12 e 3 del CCNL). Facchino a terra – caricatore = 12 mesi al livello 6J poi livello 6. Se proveniente dal II livello CCNL multiservizi avrà anche un superminimo assorbibile mensile di 68 euro fino al passaggio al livello 6. Assegnazione di buono pasto del valore di 6 euro per giornata lavorata. Orario di 39 ore settimanali. Personale amministrativo = trasposizione nella scala classificatoria del CCNL Logistica, trasporto Merci e Spedizione, per analogia di funzioni svolte e mansionario. Assegnazione di buono pasto pari a 6 euro per giornata lavorata. Da una corretta trasposizione anche per questo personale il risultato economico minimo deve essere in analogia con quanto previsto per le altre figure. Tale coerenza andrà verificata e garantita territorialmente tra le parti. Orario di lavoro 39 ore settimanali. – L’attività lavorativa si svolgerà, di norma, su 5 giorni alla settima con riposo domenicale e pausa pranzo. L’orario di lavoro sarà rilevato da apposita strumentazione. L’orario eccedente quello previsto come ordinario settimanale sarà riconosciuto come straordinario, qualora richiesto ed autorizzato. Con la rilevazione oggettiva dell’orario di lavoro saranno garantiti tempi ed orari più consoni e favorita ulteriore occupazione. – Strumenti di lavoro. Non è prevista alcuna liberatoria ex art.4 L.300/70 relativamente all’utilizzo di applicativi ed è escluso l’utilizzo dei dati, eventualmente rilevati, ai fini disciplinari.
  • Clausola di salvaguardia. Pur prevedendo un buon incremento dei trattamenti per tutto il personale, a seguito dell’applicazione dell’accordo, è comunque definito che, a parità di attività svolta non potrà mai essere corrisposta una remunerazione inferiore a quella attualmente percepita. Questa norma serve per garantire i casi particolari che prevedevano corresponsioni difformi dalla genericità del personale.
  • Per dare il senso reale del miglioramento, da subito, delle condizioni anche economiche, a tutto il personale, per la copertura delle mensilità di gennaio e febbraio, verrà corrisposto un importo di 200 euro, in buoni acquisto prepagati. – Durata dell’intesa = 2 anni con decorrenza dal mese di marzo 2024, dopo assemblee e scioglimento riserva.
Vietato scaricare i contenuti video! Ogni abuso sarà rilevato e punito!