fbpx
Condividi su

Sono oltre 13 mila le giornate di ferie arretrate da smaltire, più le spettanze dell’anno in corso, per gli autisti ATP Esercizio. Eppure ai lavoratori vengono negate le ferie. Fra doppi turni e riposi non goduti ATP si avvia, probabilmente, al taglio del servizio. Tutto ciò genera ai lavoratori problemi di salute e sicurezza a causa dello stress per il sovraccarico di lavoro. Questo nel 2020 ha dell’incredibile. Allo stato attuale mancano all’organico aziendale più di 20 autisti, ai quali si andranno ad aggiungere i futuri pensionamenti previsti entro l’anno in corso.

A fronte di questa emergenza, ATP ha programmato solo 2 assunzioni, un pannicello caldo rispetto alle esigenze del servizio. L’incertezza negli organici non è solo un caso che si apre con le ferie estive, è un problema strutturale da risolvere al più presto: a rischio il taglio del servizio reso ai cittadini.

La Uiltrasporti Liguria chiede di effettuare immediate assunzioni dalla graduatoria esistente, una selezione interna per i verificatori dei titoli di viaggio per contrastare l’evasione tariffaria molto alta in ATP e l’avvio di una selezione per manutentori bus utili a garantire l’efficienza delle macchine.

Rispetto ai temi oggi denunciati, ATP in passato è stato anche oggetto di controllo da parte dell’ispettorato del lavoro.

Un pensiero su “ATP ESERCIZIO EMERGENZA ORGANICO. Giuseppe Gulli, Uiltrasporti: “No al taglio del servizio, sì a nuove assunzioni: a rischio le corse, la mobilità dei cittadini e la sicurezza degli autisti”.”
  1. Per quel che riguarda Lev ferie arretrate si dovevano in parte smaltire durante il look down, ma qualche sindacato ha puntato i piedi. Inoltre vengono aggiunte corse in luoghi dove non servono, mentre nei centri come Rapallo e Santa Margherita e Portofino vengono tagliate. L’idea che viene e che ci sia dietro una tattica per evitare la fusione con AMT.

I commenti sono chiusi.

Vietato scaricare i contenuti video! Ogni abuso sarà rilevato e punito!