Autostrade, S.a.t.a.p, Salt, Pavimental e Itinera fanno orecchie da mercante. Lavoratori della Coop Sanguglielmo/Secureway Ancora senza stipendio: Ciaccio, Uiltrasporti: “Le attività di ripristino a seguito di incidenti stradali e alle criticità dovute alle recenti calamità naturali sono fortemente a rischio”.

Condividi su

180 lavoratori della Cooperativa Sanguglielmo passati alla Secureway  sono senza  stipendio da 80 giorni. “Non ci spieghiamo come sia possibile che, ad oggi, nessun segnale arrivi dai committenti a tutela dei 180 lavoratori in ginocchio da mesi: in un paese civile questa situazione sarebbe intollerabile. Qui la vogliamo accettare? La Uiltrasporti non ci sta”, spiega Giovanni Ciaccio, coordinatore regionale logistica Uiltrasporti Liguria.Nella giornata di ieri un gruppo di lavoratori, in autonomia, ha organizzato un presidio sotto gli uffici della società Secureway S.r.l di Alessandria per chiedere il pagamento delle loro retribuzioni.I lavoratori non sanno più come onorare i propri impegni: mutui, affitti e bollette, oltre ad avere oggettive difficoltà al sostentamento quotidiano.A questo punto, i lavoratori addetti al ripristino autostradale e alla segnaletica,  a seguito di incidenti e/o eventi calamitosi, non sono più in condizioni di recarsi sui cantieri. Parliamo degli addetti che si occupano di ripristino e segnaletica stradale sulle seguenti tratte: A6 – A7 – A12 – A10 – A26 –A4 – A21.“La Uiltrasporti Liguria chiede ad Autostrade per l’ Italia  S.p.a, S.a.t.a.p S.p.a , Pavimental, Itinera di intervenire con estrema urgenza – conclude Ciaccio –  in ballo c’è la continuità dei servizi. Gli addetti ai lavori continuano ad essere in forte difficoltà economica”.