Callegari, Uiltucs: “Lavoratore licenziato da Doreca ora verrà reintegrato o abbondantemente risarcito”.

Condividi su

“Doreca, azienda della distribuzione food and beverage, dovrà reintegrare o risarcire un ex lavoratore del deposito spezzino che era stato licenziato fuori dalle procedure di licenziamento collettivo”, annuncia Marco Callegari, segretario regionale Uiltucs Liguria. In  Corte di cassazione, sia l’azienda che il lavoratore, difeso dai legali della Uiltucs La Spezia, avevano presentato ricorso rispetto alla sentenza della Corte d’appello di Genova. Il primo grado di giudizio si era svolto presso il Tribunale di Massa aveva giudicato il licenziamento nullo in quanto ritorsivo. I giudici di Genova lo avevano stabilito illegittimo e avevano condannato Doreca a corrispondere un’ indennità di risarcimento.
La Cassazione ha rianalizzato tutta la vicenda e ha ritenuto che ci sia stata una “errata coincidenza” nei motivi del licenziamento individuale e in quelli del licenziamento collettivo che aveva portato l’azienda a proporre la mobilità, rifiutata dal lavoratore, rendendone inutile le finalità. Questa vicenda si concluderà con un reintegro o con un risarcimento di centinaia di migliaia di euro.