fbpx
Condividi su

Due anni senza Piero

Con la partecipazione del segretario generale Uil Pensionati  Carmelo Barbagallo e il presidente nazionale Ada Alberto Oranges.

La Uil Pensionati Liguria, a due anni dalla scomparsa di Piero Massa, si appresta a ricordare e a rilanciare le idee e la figura del sindacalista che, per lunghi anni, è stato alla guida della Uil di Genova e della Liguria e della Uil Pensionati ligure. Giovedì 28 ottobre 2021 a Genova – dalle 9,30 alle 13,00, presso la Casa di Quartiere di Certosa, Uil Pensionati e Ada, alla presenza di diverse personalità del sindacato e delle istituzioni, apriranno un momento di riflessione sull’eredità di Piero Massa, un uomo, un  sindacalista dalle spalle larghe, dalle braccia aperte, dal pensiero veloce e brillante, costruttore di progetti sociali rivolti all’inclusione, contro il disagio e la solitudine. Con il patrocinio del Municipio V Valpolcevera.

Il programma:

9,00.  Registrazione partecipanti e verifica Green Pass.

9,30.  Saluti: Federico Romeo, presidente Municipio V Valpolcevera

9,45. Introduce:  Alba Lizzambri, segretaria generale Uil Pensionati Liguria

10,00.  Tavola rotonda: “Piero e la sua missione contro le insopportabili diseguaglianze”

Carmelo Barbagallo, segretario generale Uil Pensionati

Alberto Oranges, presidente nazionale Ada

Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria

Ilaria Cavo, assessore regionale al sociale Regione Liguria

Modera: Massimo Bramante, Uil Pensionati Liguria

11,00 Intervengono:

 Valeria Maione, economista

 Marcello Zinola, giornalista

11,30.  Ricordando Piero Massa: interventi liberi

12,00. Presentazione del Premio Nazionale Artistico Letterario Piero Massa a cura di Riccardo Grozio, responsabile Newsletter Liguria Silver per Uil Pensionati Liguria

Nella città dell’acciaio e della Silver economy, nella città delle alluvioni e del ponte rotto, nella città dell’accoglienza e della lotta al terrorismo, Genova, Piero Massa ha saputo essere sindacalista saggio, generoso e leale, pronto a condividere esperienze e progetti, dispensatore folle di ricordi, personalità creativa e spirito guida nel sindacato. Padre e fratello maggiore fuori e dentro le fabbriche, Piero Massa era convinto che le persone e le loro storie fossero patrimonio comune da valorizzare. Imparare a leggerle nel contesto sociale era un dovere, sempre con spirito critico per restituire al mondo una grande ricchezza: l’umanità.

In allegato la locandina dell’evento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Vietato scaricare i contenuti video! Ogni abuso sarà rilevato e punito!