fbpx
Condividi su

Dichiarazione Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria

“Mondini ripensi alle sue parole che, in questo momento, sono un insulto a migliaia di lavoratori provati dalla crisi”

Genova, 4 febbraio 2021. Abbiamo letto con rammarico le esternazioni di Giovanni Mondini,  presidente di Confindustria Genova,  che auspica l’interruzione del blocco dei licenziamenti. È solo di qualche giorno fa la notizia giunta dall’Istat sui dati in picchiata dell’occupazione. L’effetto pandemia si sta abbattendo con ferocia su donne e giovani che sono i soggetti che hanno i contratti più instabili. Vogliamo immettere sul mercato del lavoro ancora altri lavoratori senza futuro? Vogliamo davvero far alzare la febbre sociale? La Uil non ci sta ed è pronta a provarlo. Piuttosto servono politiche attive e il recupero del gap occupazionale di genere con investimenti in servizi materiali. Una crisi economica peggiorata dalla pandemia ha ancora bisogno del blocco dei licenziamenti e della cassa covid, auspichiamo che Draghi riesca a formare un governo che possa  circoscrivere quello che può diventare una vero e proprio disastro sociale.  Per quanto riguarda le parole di Mondini, ci aspettiamo un cambio di rotta, volto alla tutela di tutti i lavoratori che in questi duri mesi hanno potuto tirare avanti con la prospettiva di ricominciare a rimettersi in gioco.

Vietato scaricare i contenuti video! Ogni abuso sarà rilevato e punito!