fbpx
Condividi su

L’esposizione sara’ presentata ed inaugurata giovedì 8 febbraio, dalle ore 12 al Galata Museo del Mare

Sbarca a Genova, dopo il grande successo della prima tappa al Castello Maschio Angioino di Napoli(5.000 visitatori) la mostra “Raccontami come era il calcio”, patrocinata da FIGC, ANCI,ANCI Liguria, Comune di Genova, AIC e AIAC e promossa dalla Federazione ADA di Alberto Oranges, dall’Associazione S.Anna di Aldo Rossi Merighi e di Sabrina Trombetti e dalla GM Sport.

 Sara’ presentata giovedì 8 febbraio a Genova, alle ore 12 ,presso l’Auditorum del Galata Museo del Mare. A seguire ci sarà l’inaugurazione con il taglio del nastro: presenti Alberto Oranges, presidente Ada, Mauro Grimaldi, curatore e amministratore delegato Federcalcio servizi, e Alessandra Bianchi, Assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Genova. Sono stati invitati Alberto Gilardino, mister del Genoa e Andrea Pirlo, mister della Sampdoria.

La rassegna , la più grande e completa sulla storia degli Azzurri, esporrà cimeli unici: dalla prima camicia con cui l’ Italia scese in campo, contro la Francia, nel 1910 , all’ ultimissima maglietta indossata e autografata da Zaniolo nella partita contro l’Ucraina a Leverkusen e l’evoluzione dei palloni da football dal 1890 ad oggi.

 Spazio speciale alle casacche del Genoa grazie alla collaborazione con il museo “Maglie storiche Genoa” di Franco Abrile e della Sampdoria con le magliette del “Museo Samp Doria” , che presenterà alcuni cimeli della storia blucerchiata.

In esposizione anche le iconiche magliette(in lanetta) anni Ottanta dello storico marchio NR di Nicola Raccuglia.

Solo per il giorno dell’ inaugurazione si potranno ammirare la Coppa Duca degli Abruzzi, vinta dal Genoa nel primo campionato italiano(1898) riconosciuto dalla FIF , concessa dal Museo del Genoa e dalla Fondazione Genoa, e il calco originale della Coppa del mondo realizzato dallo scultore Silvio Gazzaniga nel 1973.

L’ ingresso e’ gratuito con i seguenti orari:

dal lunedì al venerdì ore 10-18

 sabato e domenica 10-19. Lo riferisce una nota dell’ufficio stampa della mostra “Raccontami com’era il calcio”.

PROGRAMMA PRESENTAZIONE MOSTRA

Auditorium – Galata Museo del Mare

– Giovedì 8 febbraio 2024 a partire dalle ore 11.00 –

Modera:

Giada Campus – Giornalista

ORE 11.00

– PRESENTAZIONE – 

  1. ALBERTO ORANGES – PRESIDENTE ADA NAZIONALE
  • ADA Nazionale è il promotore del progetto (Iniziativa realizzata con fondi del 2×1000 a.f. 2021 – Ministero della cultura)
  1. MARCELLO NOTARI – COORDINATORE ADA LIGURIA
  • Saluti
  1. ALBA LIZZAMBRI – SEGRETARIA GERNERALE UIL PENSIONATI LIGURIA
  • Saluti
  1. MARIO GHINI – SEGRETARIO GENERALE UIL LIGURIA
  • Saluti
  1. MAURO GRIMALDI – CONSIGLIERE DELEGATO FEDERCALCIO SERVIZI
  • Curatore Mostra “Un Secolo d’Azzurro”
  1. ANTONELLA BIANCHI – COMUNE DI GENOVA (Assessore allo sport)
  • Genova Città Europea dello Sport 2024

ORE 12.00

– DIBATTITO INTERGENERAZIONALE – 

  1. RAPPRESENTANTI del GENOA CFC e della UC SAMPDORIA
  1. PASQUALE LUCIA – SEGRETARIO NAZIONALE UIL PENSIONATI
  • Gli anziani e il calcio
  1. I RAGAZZI DI 3 SCUOLE MEDIE DI GENOVA
  • Domande

CONTENUTI

  • La Federazione Nazionale ADA – Associazione per i Diritti degli Anziani – in collaborazione con le divisioni territoriali ADA della Liguria, avvia il progetto culturale itinerante, dedicato alla valorizzazione della memoria storica del calcio, denominato “Raccontami com’era il calcio”, un’esposizione di cimeli della Nazionale Italiana di calcio dal 1890 ad oggi, la Coppa del Mondo e una sezione dedicata a al Genoa CFC e alla UC Sampdoria.
  • Nonni, padri, figli e nipoti potranno unirsi nel racconto della storia dello sport più amato in Italia; lo sport, e il calcio in particolare, diventa quindi uno strumento per far dialogare le diverse generazioni.  
  • L’ADA, l’Associazione per i Diritti degli Anziani, nasce nel 1990 per difendere e tutelare le istanze della terza età. Con la sua presenza capillare sul territorio nazionale attraverso le proprie articolazioni regionali e territoriali, ADA favorisce il dialogo intergenerazionale, strumento di fondamentale importanza per una società coesa e solidale fondata sullo scambio di esperienze tra giovani e anziani (www.adanazionale.it).
  • “Un Secolo d’Azzurro” è la più grande esposizione d’Italia – forse europea – sulla storia della nostra Nazionale di calcio, dalla sulla nascita allo sviluppo dei Mondiali e degli Europei; dal materiale cartaceo, ai documenti ufficiali fino alle magliette, i palloni, gli scarponcini e tutti i gadget e memorabilia, compresi i giochi per i bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Vietato scaricare i contenuti video! Ogni abuso sarà rilevato e punito!